23/10/2019| 1746 articoli presenti
 

Poggio Imperiale
dà l'addio a Nonna Peppa
morta a 116, era la donna
più anziana d'Europa
simbolo del Gargano

Poggio Imperiale 
dà l'addio a Nonna Peppa
morta a 116, era la donna
più anziana d'Europa
simbolo del Gargano

POGGIO IMPERIALE  -  Aveva 116 anni ed era diventata una specie di bandiera del Gargano in tutto il mondo. Quel piccolo paese che è diventato con il suo casello autostradale la porta del Gargano è stato sempre snobbato dai flussi turistici. Sino a quando non è stata scoperta Giuseppina Robucci, per tutti nonna Peppa, scomparsa l'altro giorno dopo aver spento il 20 marzo scorso centosedici candeline.

    A dire il vero per il suo compleanno si era scomodato anche il sindaco D'Aloiso che l'aveva nominata assieme alla giunta sindaco onorario di Poggio Imperiale: per questo le esequie saranno solenni, a cominciare dalla commemorazione in consiglio comunale.

La sua immagine di vecchia saggia, i cinque figli e una vita di lavoro con la tessera sindacale che non ha mai dimenticato da quando è tornata la democrazia in Italia dopo la guerra, avevano fatto di lei un simbolo del vivere slow, ovvero quieto e ordinato, delle campagne del Gargano settentrionale.

   Così anche i professionisti del turismo (quelli seri ovviamente, non i faccendieri che vediamo all'opera sotto casa) hanno riscoperto il paese con la donna più anziana d'Europa. Lei, nonna Peppa, è diventata la testimonial di una vecchiaia attenta e attiva, facendo riscoprire le cave d'Apricena (in cui anche un certo Vasco Rossi ha girato un video), le pale eoliche sui campi di grano, le valli fertili che fanno da corona alle prime alture del Gargano vicino al lago di Lesina. E dietro ai segreti per l'elisir di lunga vita è arrivata anche la riscoperta di sapori, verdure, cibi, formaggi del Gargano.

    Un saluto commosso a Nonna Peppa dunque, grazie a lei il mondo ha conosciuto il paese dei centenari.


  19 giugno 2019